Riso Arborio




Confezioni
500 g - 1kg: sacco cello in atmosfera protettiva e sacco tela
Ho.Re.Ca: 1kg – 5kg: sacco cello in atmosfera protettiva

È un riso di tipo japonica, gruppo “lungo A”, per fama è la varietà che rivaleggia con il Carnaroli: in particolare all’estero è associata all’idea di risotto. Ha il chicco grande, con una buona percentuale di amilosio, media collosità e buona tenuta alla cottura. Si presta molto bene per la preparazione di risotti, minestre, insalate e timballi.

La ricetta del Principato:
Risotto al Barolo

Ingredienti per 4 persone: 300 g di Riso Arborio, 1 litro di brodo di carne, ½ litro di Barolo, 30 g di scalogno, 150 g di midollo di bue, 30 g di filoni di vitello, 100 g di burro, 30 g di olio extra vergine d’oliva, 40 g di formaggio grattugiato (Grana Padano o Parmigiano Reggiano), 4 chiodi di garofano, 1 tappo di sughero, sale e pepe.
Preparazione: In olio e burro imbiondire lo scalogno e tostare il riso. Sempre mescolando bagnare con il Barolo ridotto della metà, e lasciare evaporare. Coprire con il brodo ed immergere i chiodi di garofano infilzati in un tappo di sughero. A metà cottura incorporare il midollo e a cottura ultimata i filoni precedentemente scottati in poco burro e tagliati a pezzi. Ritirare dal fuoco e mantecare con burro e formaggio grattugiato.